Anni1977 - Circolo Astrofili Veronesi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anni1977

C.A.V.

20 settembre 1978

Fusione del "Circolo Astrofili Veronesi" con il gruppo "Mario Spada", i dieci componenti tra cui Piero Miccolis e Giuseppe Costerman portarono in dote al C.A.V. un certo numero di libri, e come quota d'iscrizione offrirono il loro capitale sociale.

11 maggio 1979
Approvazione all'Assemblea Sociale del primo statuto ufficiale del Circolo.

4 febbraio 1981
Insediamento del Circolo presso la nuova sede al Forte S. Mattia, dove l'associazione rimarrà per 12 anni.  L'ambiente fu ristrutturato e reso più accogliente grazie al lavoro manuale di alcuni soci (pavimentazione, copertura con polistirolo delle pareti e del soffitto). In tale sede si tennero le prime assemblee, riunioni del consiglio, lezioni, proiezioni, si sviluppò il materiale bibliografico e la "coscienza" dell'associazione.  Vennero proposti a più riprese alcuni progetti (poi falliti) di costruzione di una piccola specola sulla sommità del forte.

6 dicembre 1982
All'interno del CAV si formò il gruppo di ricerca di asteroidi "Giordano Bruno" (operante ancora oggi a Dossobuono) costituito da quattro soci tra cui Luciano Lai ed Ivano Rocchetti, che erano molto attivi all'interno del C.A.V.  Si apre in questo modo una piccola "crisi" dell'associazione.

17 novembre 1983
Acquisto ed installazione di uno strumento a Monte Comun, nella costruenda specola del Circolo. Lo strumento era un "Celestron 8" che rimane a disposizione del C.A.V. fino al 23 febbraio 1984, quando venne venduto ad un socio privato per far fronte alla crisi economica dell'associazione.  Al suo posto venne installato un telescopio Newton "Marcon" da 20 cm di diametro del socio Flavio Castellani, che lo mise a disposizione del C.A.V.

Gennaio-Febbraio 1985
Primo corso di astronomia pubblico tenuto dal Circolo Astrofili Veronesi presso la 1^ Circoscrizione - Centro Storico.  Affluirono alle quatto conferenze decine di persone e collaborarono astrofili come P. Bussola, socio del C.A.V. per un brevissimo periodo (il concetto di "socio" in quegli anni era abbastanza "aleatorio").

Febbraio 1985
A causa del quasi totale disinteresse alla gestione dell'osservatorio di Monte Comun da parte del Circolo, Flavio Castellani ed Alberto Bazzan formarono il "Gruppo Monte Comun" e l'osservatorio rimase a questi soci.  

14 Marzo 1985
Ultima riunione regolare del consiglio direttivo presso la sede del C.A.V. Inizia un periodo in cui non verrà più convocato ne eletto regolarmente nessun Direttivo.  I consiglieri dopo questa riunione si "disperdono"... inizia una fase di gestione "naif" ed individualistica dell'associazione.

Settembre 1985
Avvio dei preparativi per l'avvento della cometa di Halley: acquisto di libri, materiale informativo, campagna di sensibilizzazione ecc.

12 Dicembre 1985
Osservazione collettiva dei soci del C.A.V. della cometa di Halley presso l'ormai-non-più osservatorio astronomico sociale di Monte Comun.  Erano presenti alcuni soci attualmente attivi al C.A.V.

26 febbraio 1987
Dimissioni del Segretario G. Sarcheletti. Non si presentarono sostituti.  Il 1987 fu senz'altro l'anno in cui più di ogni altro periodo vide il pericolo di scioglimento dell'associazione.  I soci che si ritrovavano presso la sede erano costantemente 5/6, quelli con la tessera forse una dozzina. Per questo periodo mancano riscontri oggettivi e documentazione che per ovvi motivi non era curata.

7 maggio 1987
Nonostante tutto qualcosa tenne in piedi l'associazione e venne acquistato e collaudato nella corte del Forte S. Mattia il nuovo strumento sociale: il telescopio dobsoniano da 33cm di diametro f/4.5 "Odyssey 1" (l'ottica di questo strumento è ora intubata nel telescopio sociale costruito dal socio Mauro Pozzato).

Anno 1988
Avvio delle nuove iniziative del C.A.V. con una serie di conferenze.  La prima: "Il meraviglioso mondo delle Galassie" è tenuta dal socio Pinazzi, con la sede del Circolo a forte S. Mattia riempita all'inverosimile.  

9 luglio 1988

In concomitanza con l'evento astronomico della Grande Opposizione di Marte ci fu la prima edizione della tradizionale uscita sociale del Circolo a Passo Fittanze (Monte Castelberto).

Torna ai contenuti | Torna al menu